Tour aziendale: tocca alla RSI

Comunicato stampa — 23.02.2018

È proseguito con la Radiotelevisione Svizzera (RSI) il tour esplorativo di GLRT nelle realtà aziendali che vivono il territorio ticinese. La RSI, con oltre 1000 dipendenti, costituisce un'importante datore di lavoro per molti giovani ticinesi che terminano le scuole universitarie presenti in Ticino.

La visita, che va ben oltre la votazione del 4 marzo, ha permesso alla trentina di giovani liberali radicali presenti di conoscere una realtà aziendale cantonale importante fatta di 60 diverse professioni e che offre molte opportunità lavorative ai tanti giovani ticinesi che scelgono di proseguire i propri studi nelle varie scuole presenti nel nostro Cantone (CISA e SUPSI in particolare).

Il tour esplorativo nella sede di Comano, inoltre, ha permesso a GLRT di conoscere i meccanismi di chi produce un'informazione di qualità nel territorio con impegno, passione e una tecnologia altamente innovativa. La concomitanza con lo svolgimento delle Olimpiadi a Pyeongchang si è rivelata un'importante opportunità per ammirare in diretta il lavoro in regia di molte persone e di capire come viene prodotta una trasmissione con le diverse fasi di preparazione.

Durante la visita i giovani hanno potuto incrociare diversi volti noti della nostra radiotelevisione (in particolare dello sport) scambiando qualche parola sul funzionamento e sulla preparazione dei programmi.

Infine, oltre alla RSI per l'ospitalità e i dipendenti incontrati, GLRT ci tiene anche a ringraziare Reto Ceschi e Julie Arlin per il tempo dedicatoci e per aver discusso, a viso aperto, sulle importanti sfide future che attendono la RSI, tra cui la digitalizzazione e la trasformazione nella consumazione del prodotto radiotelevisivo da parte degli spettatori.

LA RADIOTELEVISIONE SVIZZERA (RSI)

La RSI ha un budget di 242 milioni e riceve, come attribuzione secondo la chiave di riparto nazionale, il 20,5% della cifra assoluta distribuita dalla SSR, a fronte di 53.7 milioni di franchi versati dai ticinesi tramite il canone. I dipendenti sono 1'155 (di cui solo il 2.1% è frontaliere) e nell'azienda vi sono ben 60 diverse professioni, molte delle quali in favore di giovani ticinesi; tra le varie annotiamo media manager, infografici, operatori multimediali, videomaker e tante altre ad alto contenuto tecnologico. Inoltre, sono 500 i posti di lavoro creati indirettamente nelle aziende ticinesi grazie alle collaborazioni con la RSI. Infine, nel 2016 la spesa per sostenere la cultura nella Svizzera italiana era di 4.3 milioni.

Fonte dati: RSI, 2017, 24 cifre per raccontare la RSI, https://www.rsi.ch/24-cifre

Contatti:
Alessandro Delorenzi, Presidente GLRT
Alessandro Spano, vice presidente